La Maniglia

Apriamo la porta, poi la richiudiamo…

Tutti i giorni per molte volte compiamo queste azioni, a volte lievi e irrilevanti, talvolta necessari, atti che scandiscono il tempo, sempre e da sempre compiuti tramite un oggetto abituale, discreto o ben visibile, ma di solito poco percepito: la maniglia.

Chiudere, aprire, dischiudere, scoprire, svelare, nascondere, richiudere, serrare… tutto ciò richiede una gestualità delegata alla mano che pertanto della maniglia costituisce il punto di riferimento, l’elemento complementare e di compimento: la maniglia è per la mano; in questo senso l’oggetto si spinge indiscutibilmente al di là della mera funzione strumentale: la maniglia cerca la mano, la presuppone e vi si adatta tanto più quanto meglio è studiata e realizzata.

Ciascuno ha della maniglia un’esperienza di utilizzo diretta, eppure, perché ci capiti di accorgercene essa deve possedere caratteristiche davvero particolari.